EMMME – Master in Marketing Management – i materiali didattici del Prof. Faraci (lezione del 31 gennaio 2012)

Articoli tratti da McKinsey Quarterly (lettura consigliata)

  • Delivering Value to Customers (deva00)
  • Thinking Strategically (thst00)

Slides

Esempi (da utilizzare ad integrazione delle slides in aula)

Lettura consigliata

La registrazione del voto giorno 2 febbraio

Gli studenti che hanno superato la prova di fine corso del 12 gennaio 2012 ed intendono procedere alla registrazione del voto, devono prenotarsi immediatamente attraverso il Portale Studenti per l’appello del 1 febbraio. Non devono, tuttavia, presentarsi per quella data, bensì per il giorno successivo, 2 febbraio, per la finalizzazione dell’esame (registrazione del voto, firma sul libretto, imputazione dei dati al Portale). La registrazione si terrà in un’aula della Facoltà indicata dal Servizio Aule (dovrebbe essere la I o alla II di palazzo delle Scienze, considerato il numero dei partecipanti).

Si procederà alla registrazione, in ordine alfabetico, secondo questo calendario di massima:

  • a partire dalle 8.30, gli studenti da CATALANO Giuseppe a RAGUSA Roberta Rita
  • a partire dalle 11.00, gli studenti da RANDAZZO Roberta a VULLO Sofia.

Per gli studenti posizionati in elenco più avanti, in base alla lettera del proprio cognome, non è necessario presentarsi esattamente all’inizio delle operazioni dei due turni, alle 8.30 e alle 11.00. Ciascuno studente, consultando fin d’ora l’elenco dei candidati che hanno superato la prova qui disponibile, individui la propria posizione in elenco e calcoli grosso modo quale sarà il momento nel quale potrebbe essere chiamato. Se non vi saranno intoppi, infatti, ogni registrazione durerà alcuni minuti.

Si prega di considerare fin d’ora che si tratta di un calendario di massima e che pertanto è possibile che le operazioni si protrarranno fino alle 15.00. Si prega di rispettare il proprio turno e di osservare silenzio durante tutta la seduta, anche per non disturbare le operazioni di registrazione. Considerato che per molti studenti sara l’occasione di ritrovare, dopo il 12 gennaio scorso, i compagni di avventura (o sventura) del corso, ogni manifestazione d’affetto (baci, abbracci & Co.) e opportunità di chiacchierate varie va “consumata” al di fuori dell’aula ove avverranno le registrazioni.

Il docente chiamerà di volta in volta gli studenti con appello nominale.

Per velocizzare le operazioni, si prega di tenere a portata di mano documento di riconoscimento e libretto universitario e di ricordare il proprio numero di matricola, in modo da accelerare il richiamo del nominativo dal sistema informatico.

Le operazioni di verbalizzazione saranno unicamente tenute dal docente.

Come si vede, l’approccio seguito sarà strettamente tayloristico.

Indicazioni per gli appelli del 1 e del 16 febbraio

Il II appello e il III appello di questa sessione si terranno rispettivamente il 1 e il 16 febbraio. Si ricorda che è necessario prenotarsi attraverso il Portale Studenti entro 5 gg. prima dell’esame. La prenotazione attraverso il Portale è fondamentale poichè tutte le operazioni avvengono elettronicamente.

Innanzitutto si ricorda agli studenti di studiare l’intero programma, come previsto dal Syllabus. In altri termini, studiare il Grant e la Dispensa. Il beneficio della riduzione di qualche capitolo valeva solo per la prova del 12 gennaio e non è estensibile agli appelli ordinari, quantunque sostenuti dai frequentanti.

In generale, la prova d’esame in un appello ordinario è strutturata in due momenti. C’è uno scritto, superato il quale, si è ammessi a sostenere il colloquio orale. Dipende dal numero dei prenotati, dalla situazione delle aule, dalla concomitanza con altri impegni ufficiali in Facoltà, ma non è possibile dire in anticipo se prova scritta e colloquio orale si tengono nello stesso giorno o in giorni diversi. Di solito, la Commissione, ultimate le correzioni degli scritti, inizia subito i colloqui orali.
Quanto allo scritto, esso consta di due quesiti, uno a carattere teorico-concettuale, l’altro pratico-applicativo che devono svolgersi in un tempo compreso fra 20 e 30 minuti, comunicato all’inizio. Naturalmente, si tratta di quesiti meno articolati nel testo di quelli somministrati per la prova del 12 gennaio, che era una prova unica e che prevedeva un tempo superiore di svolgimento.
A titolo meramente esemplificativo, un quesito di tipo pratico-applicativo potrebbe essere il seguenteRappresentare, graficamente, le attività primarie della catena del valore. Individuare per ciascuna di esse le fonti del vantaggio competitivo di costo.

Un quesito di tipo teorico-concettuale potrebbe essere il seguente

Qual è la differenza fra integrazione verticale e diversificazione laterale (o collegata o correlata)? Riportare, ove possibile, qualche esempio.

Le valutazioni finali del corso di Economia e Gestione delle Imprese

Clicca qui per visualizzare l’elenco dei nominativi che hanno superato la prova del 12 gennaio 2012, con le valutazioni finali (Valutazioni finali EGI 2012 on the web)

Il voto finale ha considerato la valutazione della prova di fine corso, eventuali premialità aggiuntive (come in precedenza comunicate sul sito) e il riconoscimento di 1 punto aggiuntivo per coloro che hanno svolto tutte e tre le prove “a sorpresa” in aula.

Chi intendesse registrare il voto, deve prenotarsi attraverso il Portale Studenti per la prova del 1 febbraio (lo faccia al più presto). La finalizzazione dell’esame, ovvero la registrazione del voto e l’imputazione di tutti i dati al Portale, avverrà giorno 2 febbraio, a partire dalle ore 8.30, secondo un calendario che verrà presto comunicato.

Al termine di un percorso, iniziato in aula il 10 ottobre scorso, il docente ringrazia gli studenti e  i collaboratori di cattedra, augurando a tutti i promossi un buon prosieguo di studio e invitando tutti gli altri (insufficienti, non ammessi e non frequentanti) ad affrontare con serenità l’esame nei prossimi appelli, attenendosi al programma riportato nel Syllabus.

Il 2 febbraio le registrazioni degli esami EGI

La finalizzazione degli esami, ovvero la registrazione del voto e l’imputazione corretta di tutti i dati relativi alla prova sul Portale Studenti, è programmata per il 2 febbraio, a partire dalle 8.30, in un’aula della Facoltà che sarà indicata lo stesso giorno dal servizio aule. Al fine di rendere più ordinate le operazioni, il docente pubblicherà , dopo gli esiti degli esami, un calendario di massima per orari e cognomi, in base al quale sarà possibile presentarsi e procedere alla registrazione del voto. Si invitano gli studenti a considerare fin d’ora la possibilità che le operazioni complessivamente dureranno diverse ore, essendo unicamente svolte dal docente. Conosciuti gli esiti, gli studenti che avranno superato la prova ed intendono registrare il voto, sono pregati di procedere immediatamente alla prenotazione dell’esame attraverso il Portale Studenti, trattandosi di una condizione fondamentale per accedere alla registrazione medesima. Gli altri che intendessero presentarsi al II o III appello, sono pregati ugualmente di effettuare la prenotazione attraverso il Portale Studenti.

Le premialità del corso EGI

Di seguito sono pubblicati i nominativi degli studenti che, per particolari attività  svolte durante il corso, hanno ricevuto una premialità che si aggiungerà al voto della prova di fine corso e, nell’ipotesi in cui la stessa sia stata giudicata insufficiente, si conserverà e verrà conteggiata al momento del superamento dell’esame.

Alessia PETRALIA e Valeria RIZZO: 1 punto ciascuna, per essere risultate le più attive nelle discussioni “postate” dal docente sulla lavagna multimediale

Alessia PETRALIA e Maria Elisa SPAMPINATO: 0,5 punti ciascuna, per aver realizzato, con le modalità richieste dal docente, i casi Barilla e Compagnia della Bellezza, successivamente pubblicati sul sito

Leonardo MAUGERI: 0,5 punti per aver presentato in aula il “business model canvas” di Osterwalder; 0,5 punti (di consolazione) per aver promosso una discussione con Luca Colombo, country manager di Facebook Italia, il quale tuttavia, nonostante un doppio sollecito (di studente e del docente), non ha ancora trovato il tempo (sic!) di rispondere alle domande sollecitate da alcuni studenti del corso EGI

Valentina PROTO: 1 punto, per essere stata vicinissima al traguardo del Top Twenty Talent (1a prova), che comunque non ha registrato alcun vincitore

in ordine di apparizione, ovvero di invio dell’elaborato: Emilia RICCI, Carla OSSINO, Andrea SALERNO, Maria Elisa SPAMPINATO, Alessia PETRALIA, Lucio PASSANISI, Soraya SAVOCA, Rosy Loriana PREVITI, Ylenia VIRZI’, Giuseppe CATALANO, Luisa RAPISARDA, Roberta MASSIMINO, Giovanna TUCCIO: 1 punto ciascuno, per aver comunque raccolto la sfida del Top Twenty Talent (2a prova, particolarmente impegnativa) 

Maria Elisa SPAMPINATO, 1 punto, per essersi classificata al II posto ex-aequo della 2a prova del Top Twenty Talent, con l’elaborato dal titolo “Storia di ogni impresa: nascita, crescita, vecchiaia, morte. Scelte, fatica, avventure, disavventire, litigi e coalizioni per un unico obiettivo: profitto!”

Carla OSSINO, 1 punto, per essersi classificata al II posto ex-aequo della 2a prova del Top Twenty Talent, con l’elaborato dal titolo “Dalla nascita dell’idea al successo aziendale”

Emilia RICCI, 2 punti, essendo risultata vincitrice della 2a prova del Top Twenty Talent, con l’elaborato dal titolo “Analisi della Corporate Governance tra obiettivi d’impresa, responsabilità sociale e strumenti di gestione”

Andrea SALERNO: 1 punto (di consolazione), per aver cercato in tutti i modi e con tutte le forze, durante le due prove del T3 (entrambe più che buone),  di arginare lo “strapotere” femminile dell’aula e tutelare la sopravvivenza della specie maschile.

Gli altri studenti che ritenessero, a ragion veduta, di acquisire ulteriori premialità sfuggite al docente, possono riscattarle collegandosi direttamente al seguente link

Pur non essendovi alcuna premialità aggiuntiva, la studentessa Emilia RICCI va menzionata per aver svolto il miglior elaborato fra tutti quelli corretti (150 compiti) per la prova di fine corso del 12 gennaio 2012, i cui esiti finali verranno resi noti domani.

Feedback sui compiti a partire dalle 20 di stasera. Chiarimenti in merito ai criteri di valutazione adottati

Il docente comunica che stasera 23 gennaio, a partire dalle ore 20.00, sarà possibile – per gli studenti che hanno partecipato alla prova di fine corso del 12 gennaio scorso – richiedere via mail (all’indirizzo economiaegestione@gmail.com) un feedback sulla prova svolta.

Il docente non comunicherà il voto finale che sarà reso noto solo al termine di tutte le correzioni, con il metodo della valutazione comparativa fra tutti gli elaborati, tenendo pure conto, per alcuni studenti che potranno beneficiarne, della premialità aggiuntive associate a talune prove svolte durante il corso.

Saranno invece fornite spiegazioni riguardo ai contenuti della prova svolta dai richiedenti, formulando anche il giudizio di massima sull’elaborato.  Acquisito il giudizio, lo studente potrà effettuare, con maggior serenità, le proprie valutazioni in merito all’eventualità, qualora non avesse superato la prova o intendesse rifiutare un voto non consono alle proprie aspettative, di prenotarsi per sostenere gli esami nel II e nel III appello di questa sessione.

Coloro che invece, sulla base del feedback ricevuto, intendessero finalizzare l’esame e registrare, dovranno fin d’ora prenotarsi per il prossimo appello del 1 febbraio, anche se la registrazione avverrà in un giorno successivo che verrà fra breve comunicato. Non potrà registrare il voto nessuno studente che non abbia preventivamente prenotato regolarmente la propria presenza, con riferimento all’appello del 1 febbraio. Ciò è fondamentale per via del sistema di registrazione degli esami on line.

Il docente comunica infine quali sono i parametri di valutazione adottati nella correzione degli elaborati.

La discriminante fondamentale fra gli elaborati che hanno superato la prova e gli altri ritenuti insufficienti è stata innanzitutto la dimostrata conoscenza degli argomenti oggetto dei quesiti.

Condizione fondamentale per essere stati ammessi a valutazione è stato il corretto svolgimento di entrambe le tipologie di quesiti. Gli elaborati risultati carenti nel rispetto di questi requisiti sono stati giudicati insufficienti.  Vale a dire, che sono stati considerati a rischio di insufficienza anche quegli elaborati in cui, svolto correttamente uno dei due quesiti, l’altro non è stato svolto, oppure è stato svolto in modo non corretto rispetto agli elementi fondamentali della traccia, oppure è risultato visibilmente incompleto.

Nella valutazione degli elaborati che, invece, sono stati giudicati sufficienti per superare la prova:

  • con riferimento ai quesiti A1 e A2, di tipo teorico, si è tenuto conto della congruenza del contenuto dell’elaborato rispetto alla traccia assegnata, del livello di profondità dei concetti esposti, dell’organizzazione delle informazioni riportate (ovvero del senso logico).  E’ stata valutata anche la forma dello scritto, ovvero lo stile redazionale. Si è tenuto conto anche della presenza di eventuali esempi, come richiesto dalla traccia. Hanno avuto un peso anche il “bilanciamento” fra le varie parti costituenti l’elaborato e l’originalità, ovvero il modo personale, con cui il quesito è stato svolto.
  • con riferimento invece ai quesiti B1 e B2, di tipo pratico, si è tenuto conto della congruenza rispetto alla traccia che prevedeva lo svolgimento di calcoli-informazioni quantitative  (nel caso della matrice BCG) e di rappresentazioni grafiche (nel caso della catena del valore), prima di sviluppare le successive parti a contenuto più teorico-concettuale. Ovviamente, anche di queste ultime si è tenuto conto, valutandone la corrispondenza, non generica ma puntuale, rispetto alla traccia assegnata. Anche per la tipologia dei quesiti B1 e B2 è stato valutato lo stile redazionale.

Dalle ore 20.00 i feedback potranno essere richiesti. Si consiglia a tutti gli studenti di rileggere attentamente le tracce assegnate.

Il docente risponderà, rispettando l’ordine di arrivo delle mail, ma solo a partire dalle 20.00. Dunque è inutile inviare adesso mail. Si prevede di esaurire questa attività di feedback entro le 48 ore successive, considerata la mole di lavoro. Entro fine settimana, come concordato, sarà reso noto il quadro completo degli esiti e dei voti.  

Il feedback sulla prova di fine corso si potrà richiedere a partire da lunedì 23 gennaio, ore 20.00, NON PRIMA

La precisazione è pubblicata poichè sono diversi gli studenti che stanno scrivendo al docente, interrompendo inutilmente il processo di correzione in atto. Pertanto, il feedback potrà essere richiesto soltanto a partire da lunedì 23 gennaio, ore 20.00, non prima.

Inoltre, lunedì sera saranno fornite spiegazioni, con un post, riguardo ai criteri di valutazione adottati dal docente, in modo da comprendere meglio il contenuto del feedback che sarà fornito.

Si ricorda che i quesiti oggetto della prova di giorno 12 gennaio sono quelli riportati di seguito:

 A1 . La minaccia di nuove entrate in un settore: definizione del settore, fattori determinanti di costo e di differenziazione, implicazioni sulle dinamiche concorrenziali fra le imprese esistenti. Ricorrere, ove possibile, a qualche esempio.

 A2. Le finalità dei comportamenti imprenditoriali spiegate attraverso la teoria comportamentistica. Differenze con le altre teorie, collegamenti con le funzioni dell’impresa e modalità di superamento dei c.d. “limiti sociali alla massimizzazione del profitto”. Ricorrere, ove possibile, a qualche esempio.

 B1. Ricorrendo alla matrice BCG, rappresentare con dati a scelta, il portafoglio business (o prodotti) di un’impresa che abbia le seguenti caratteristiche: almeno due business (o prodotti) posizionati fra i cash-cow, almeno un business (o prodotto) posizionato fra le stars, almeno due business (o prodotti) posizionati fra i question marks o, alternativamente, fra i dogs. Costruire la matrice, completandola con tutte leinformazioni mancanti. Commentare le caratteristiche del portafoglio business (o prodotti) e valutare se sono conseguibili economie di scopo. Discutere le possibili scelte di riposizionamento dell’intero portafoglio business (o prodotti), anche ricorrendo a qualche altro strumento interpretativo diverso dalla matrice BCG.

 B2. Ricorrendo alla catena del valore di Porter, ricostruire graficamente le seguenti situazioni: 1) un’impresa integrata a monte; 2) un’impresa integrata a valle; 3) un’impresa completamente integrata; 4) un’impresa che, in partnership con altre imprese, condivide alcune attività di supporto. Per ciascuna delle situazioni, adeguatamente rappresentata sul piano grafico, anche ricorrendo ad un esempio, soffermarsi sulle caratteristiche della catena del valore, valutare se sono conseguibili economie di scopo e discutere i fattori determinanti le scelte di make or buy, anche in ottica internazionale.

Avviso per gli studenti che hanno sostenuto la prova di fine corso

Sono in corso le correzioni degli elaborati da parte del docente. I risultati saranno resi noti alla fine della prossima settimana, contestualmente all’indicazione di una data, successiva al 1 febbraio, in cui gli studenti che avranno superato la prova e accettato il voto finale potranno finalizzare e registrare l’esame.

Dati i tempi stretti rispetto al secondo appello previsto per il 1 febbraio, al fine di consentire a quanti non avessero superato la prova di fine corso (o che intendessero rifiutare il voto) di prenotarsi in tempo per tale appello e sostenere l’esame nelle modalità ordinarie, il docente darà, su richiesta degli studenti interessati, un primo feedback di massima sull’esito probabile della prova, in modo da poter assumere le relative decisioni con cognizione di causa.

Si precisa che, comunque, il feedback è da intendersi in itinere e non avrà valore di valutazione finale. I voti, infatti, saranno attribuiti solo alla fine, in modo comparativo tra tutti gli elaborati.

Tale feedback potrà essere dato a partire dalle ore 20.00 di lunedì 23 gennaio, richiedendolo al docente via email all’indirizzo economiaegestione@gmail.com

I quesiti della prova di fine corso del 12 gennaio 2012

TEMPO A DISPOSIZIONE: 90 minuti – Indicare nome, cognome e matricola in ciascun foglio.

 

Discutere, a scelta, uno dei seguenti quesiti (si prega di indicare sul foglio il numero del quesito)

 

A1 . La minaccia di nuove entrate in un settore: definizione del settore, fattori determinanti di costo e di differenziazione, implicazioni sulle dinamiche concorrenziali fra le imprese esistenti. Ricorrere, ove possibile, a qualche esempio.

 

A2. Le finalità dei comportamenti imprenditoriali spiegate attraverso la teoria comportamentistica. Differenze con le altre teorie, collegamenti con le funzioni dell’impresa e modalità di superamento dei c.d. “limiti sociali alla massimizzazione del profitto”. Ricorrere, ove possibile, a qualche esempio.

 

Discutere, a scelta, uno dei seguenti quesiti (si prega di indicare sul foglio il numero del quesito)

 

B1. Ricorrendo alla matrice BCG, rappresentare con dati a scelta, il portafoglio business (o prodotti) di un’impresa che abbia le seguenti caratteristiche: almeno due business (o prodotti) posizionati fra i cash-cow, almeno un business (o prodotto) posizionato fra le stars, almeno due business (o prodotti) posizionati fra i question marks o, alternativamente, fra i dogs. Costruire la matrice, completandola con tutte leinformazioni mancanti. Commentare le caratteristiche del portafoglio business (o prodotti) e valutare se sono conseguibili economie di scopo. Discutere le possibili scelte di riposizionamento dell’intero portafoglio business (o prodotti), anche ricorrendo a qualche altro strumento interpretativo diverso dalla matrice BCG.

 

B2. Ricorrendo alla catena del valore di Porter, ricostruire graficamente le seguenti situazioni: 1) un’impresa integrata a monte; 2) un’impresa integrata a valle; 3) un’impresa completamente integrata; 4) un’impresa che, in partnership con altre imprese, condivide alcune attività di supporto. Per ciascuna delle situazioni, adeguatamente rappresentata sul piano grafico, anche ricorrendo ad un esempio, soffermarsi sulle caratteristiche della catena del valore, valutare se sono conseguibili economie di scopo e discutere i fattori determinanti le scelte di make or buy, anche in ottica internazionale.

EGI – Prova di fine corso, modalita’ di svolgimento e regole del gioco

La prova di fine corso di Economia e Gestione delle Imprese (corso B – Prof. Faraci) si svolgerà domani 12 gennaio 2012, al Palazzo Fortuna, sede didattica secondaria della Facoltà di Economia, sita in corso delle Province 36 a Catania.

Gli studenti dovranno raggiungere la sede di svolgimento della prova entro le ore 9.00 ed attendere l’arrivo del docente e del team di assistenza prima di poter accedere nelle aule dove si terrà la prova. Possono partecipare alla prova esclusivamente gli studenti ammessi (come da elenco precedentemente pubblicato sul sito), che verranno identificati all’inizio mediante idoneo documento di identità (patente o carta di identità) che pertanto si prega di portare con sè. Non è consentito pertanto accedere ad alcuna delle aule previste per la prova, se prima non arriverà il docente e si procederà all’identificazione dei partecipanti.

Dalla somministrazione del testo dei quesiti, gli studenti avranno a disposizione il tempo che sarà loro comunicato all’inizio.

Durante la prova, è consentita esclusivamente l’utilizzazione di una calcolatrice per l’eventuale esecuzione di alcuni calcoli.

Non è consentito l’utilizzo di telefoni cellulari, palmari e altri dispositivi portatili mobili ed elettronici che pertanto dovranno esser tenuti spenti ed eventualmente consegnati, insieme a borse, zaini ed altro, al docente e al team di assistenza.

Durante la prova, non è consentito comunicare con gli altri colleghi nè con il docente e il team, con questi ultimi se non per motivi urgenti. Chiunque dovesse violare tali disposizioni, relative ai divieti di usare i telefonini e di parlare in classe, verrà sospeso dalla prova ed immediatamente allontanato dall’aula. Poichè non è consentito portare con sè libri, appunti, slides, riassunti, etc.. chiunque fosse trovato in possesso di tali materiali, verrà immediatamente sospeso dalla prova, allontanato dall’aula e, su valutazione del docente a seconda della gravità del fatto commesso, potrà essere deferito ai superiori organi della Facoltà e dell’Ateneo.

Durante la prova, ed in ogni caso non prima di 45 minuti dalla data di inizio della prova stessa, è consentito recarsi alla toilette esclusivamente su autorizzazione del docente e del team di assistenza, previa consegna dell’elaborato agli stessi, e seguendo una turnazione. L’elaborato verrà contrassegnato dai docenti con un segno distintivo.

La serenità nello svolgimento della prova è condizione fondamentale per una migliore elaborazione dei testi della prova. Pertanto, osservare il silenzio, rispettare le regole precedentemente comunicate, non disturbare in alcun modo lo svolgimento della prova, sono le elementari “regole del gioco” per consentire a tutti gli studenti ammessi di effettuare la prova in modo tranquillo. Tutti gli studenti riceveranno un foglio appositamente bollato per lo svolgimento della prova e dovranno SUBITO indicare in ciascuna pagina nome, cognome e matricola per una immediata identificazione dell’autore dell’elaborato.

A conclusione del tempo di svolgimento della prova, gli studenti dovranno immediatamente disporre il foglio sul banco e facilitare una rapida consegna al docente e al team di assistenza, secondo le indicazioni che verranno comunicate in aula. Chiunque ritardasse oppure ostacolasse la consegna degli elaborati verrà escluso dalla prova.

Trattandosi di una prova di fine corso, coloro i quali partecipano non potranno presentarsi in alcun modo al primo appello della sessione invernale, programmato per il 17 gennaio, come da diario d’esami. E’ fatta salva, comunque, la possibilità di ritirarsi dallo svolgimento della prova di fine corso entro i primi venti minuti dalla somministrazione dell’elaborato; in tal modo non verrà preclusa la partecipazione al primo appello.

Gli esiti della prova di fine corso verranno comunicati entro 15 giorni dalla data di svolgimento della stessa attraverso quesito sito nonchè il sito ufficiale del corso, ove saranno fornite indicazioni per la finalizzazione e la verbalizzazione dell’esame che avverranno in apposita giornata, al di fuori delle date ordinarie di esami.

Eventuali altre disposizioni saranno rese note dal docente all’inizio della prova di domani 12 gennaio 2012.

Nel formulare a tutti gli studenti un grosso “in bocca al lupo”, si invitano quanti avessero ancora dubbi o richiedessero chiarimenti a contattare tempestivamente il docente all’indirizzo economiaegestione@gmail.com

EGI – Assignment n.20

L’assignment va svolto nella giornata di domani 9 gennaio, a più round, seguendo i diversi step che vengono di seguito indicati:

  1. Sintetizzare, in un’unica mappa concettuale, tutte le tipologie di economie considerate fonti di vantaggio competitivo per le imprese (da svolgere in 45 minuti). La mappa concettuale deve prevedere anche forme di collegamento fra le diverse economie.
  2. Individuare le trenta parole chiave con le quali ciascuno studente ritiene di individuare le tematiche più importanti affrontate dal Grant (da svolgere in 30-40 minuti al massimo). Effettuato tale lavoro, collegare le diverse parole chiave fra di loro, con una mappa concettuale, individuando un senso logico di collegamento (da svolgere in 1 ora circa)
  3. Definire il concetto di strategia, come esposto dal Grant. Individuare i fattori determinanti della strategia e specificare le modalità di misurazione, con particolare riferimento alla teoria del valore (tempo di svolgimento massimo 1 ora)
  4. Spiegare la differenza fra risorse, capacità e competenze, ricorrendo per ciascuna categoria concettuale ad un esempio (tempo di svolgimento: 45 minuti)
  5. Svolgere infine il seguente tema: Il concetto di strategia basato sulla teoria delle risorse. Vantaggi competitivi per le imprese e ruolo chiave svolto dall’innovazione tecnologica (tempo di svolgimento: 1 ora e mezza).

Egi Assignments n.18 e n.19

Assignment per giorno 6 gennaio (da svolgere nella mattinata del 7 gennaio, in meno di un’ora)

Routines organizzative. Trappole e benefici.

Assignment per giorno 7 gennaio (da svolgere nel pomeriggio del 7 gennaio, in un’ora)

Rappresentazione e misurazione delle economie di scala

Assignment addizionale da svolgere, nella mattinata o nel pomeriggio del 7 gennaio, in mezz’ora.

La costruzione della matrice GE/Mc Kinsey. 

 

 

EGI – Assignment 17

Svolgere, in meno di due ore, il seguente assignment

La rivalità competitiva fra le imprese. Significato, fattori determinanti, strumenti di analisi, implicazioni nel gioco delle forze competitive influenzanti il settore. Inoltre, analizzare come cambia la rivalità competitiva fra le imprese all’intensificarsi dei processi di internazionalizzazione dell’economia. Infine, valutare il significato di rivalità nelle tre distinte forme di mercato: concorrenza perfetta, monopolio e oligopolio.

 

EGI – Assignment n.16

Svolgere i seguenti esercizi, riportandoli sul proprio quaderno

  1. Rappresentare, con una mappa concettuale o con un elenco puntato, le teorie delle finalità imprenditoriali (tempo di svolgimento massimo: 15-20 minuti)
  2. Identificare, in modo ordinato, le risorse (tangibili, intangibili, umane) di un’impresa e rappresentarle in una mappa concettuale o in un elenco puntato (tempo di svolgimento: 20 minuti)
  3. Un’impresa possiede quattro business. Tutti e quattro contribuiscono in egual misura al fatturato aziendale. Il business ALFA cresce ad un tasso annuo di sviluppo del 5%; il business BETA cresce ad un tasso annuo di sviluppo del 2%; il business GAMMA cresce ad un tasso annuo di sviluppo del 4%; il business DELTA cresce ad un tasso annuo di sviluppo dell’8%. Calcolare il tasso di crescita medio del mercato. Indicare quali sono le informazioni mancanti per poter procedere ad una rappresentazione dei quattro business nella matrice BCG (tempo di svolgimento: 15 minuti)
  4. Rappresentare il vantaggio competitivo dell’Italia nel settore della pasta attraverso il modello del diamante di Porter (tempo di svolgimento: 20 minuti)

DSMB – Alle 12.00 di oggi 3 gennaio saranno pubblicati gli esiti delle prove e le valutazioni finali

Mancano all’appello ancora pochi studenti, ai quali è rinnovato l’invito a chiedere via email al docente un feedback sulla prova svolta il 28 dicembre scorso. Alle 12.00 verranno pubblicati gli esiti delle prove. Gli studenti che accetteranno il voto potranno presentarsi per la finalizzazione dell’esame e registrazione giorno 10 gennaio alle ore 9.00, essendo spostata di un giorno la data del primo appello.

In chat oggi pomeriggio alle 15. Si discuterà sui capitoli III e IV

Oggi pomeriggio 3 gennaio, nel consueto spazio virtuale messo a disposizione e raggiungibile su questo link, studenti e docente animeranno una discussione sui contenuti del capitolo III e IV: analisi di settore e analisi dei concorrenti.  Si prega di entrare accreditandosi sempre con nome e cognome; di non usare le accentate nella scrittura; e di essere pazienti nell’attendere le risposte altrui, perchè il sistema è lento.

A più tardi!

EGI – In via sperimentale viene messa on line una chat per dialogare col docente e fra gli studenti

La chat sarà attiva per tutta la giornata di oggi. Si prega di utilizzare in modo corretto lo strumento e di identificarsi con nome e cognome. Il Docente, identificato come Professore, è on line e funge da moderatore alle discussioni. Il servizio è sperimentale. 

Si può fin d’ora iniziare ad usare la chat

Clicca qui per accedere

PW di accesso: robertgrant

E’ preferibile usare quest’altra chat

Clicca qui

EGI – Assignment n.14

Svolgere il seguente assignment, riportandolo nel proprio quaderno (tempo suggerito di svolgimento: 20 minuti)

Gli analisti dell’impresa Beta hanno rilevato che nonostante la capacità produttiva dal 1990 (100.000 pezzi annui) sia invariata, i costi medi di produzione hanno subito una riduzione ed i prodotti presentano una percentuale inferiore di difetti.  Spiegarne i possibili motivi tecnici.

TOP TWENTY TALENT n.2 – Le prime determinazioni

Il docente comunica che sono pervenuti, in ordine di arrivo, i seguenti elaborati, per ciascuno dei quali è riportato il numero di ricezione, l’autore e il titolo della traccia scelto.

  • n.1 – Emilia Ricci:  Analisi della Corporate Governance tra obiettivi d’impresa, responsabilità sociale e strumenti di gestione
  • n.2 – Carla Ossino: Dalla nascita dell’idea al successo aziendale
  • n.3 – Andrea Salerno: Relazione tra corporate governance e performance aziendale. Potenziale per la generazione di valore in un contesto imprenditoriale globalizzato
  • n.4 – Maria Elisa Spampinato:  Storia di ogni impresa: nascita, crescita, vecchiaia, morte. Scelte, fatica, avventure, disavventure, litigi e coalizioni per un unico obiettivo: profitto!
  • n.5 – Alessia Petralia: La gestione di un’impresa “complessa”: analisi degli aspetti critici e di successo
  • n. 6 – Lucio Passanisi: Sfaccettature d’impresa: il caso FIAT
  • n.7 – Soraya Savoca: Nasce, cresce, corre: l’impresa
  • n.8 – Rosy Loriana Previti: Impresa ed evoluzione
  • n.9 – Ylenia Virzì: La sopravvivenza dell’impresa familiare in un forte contesto competitivo di colossi economici internazionali
  • n.10 – Giuseppe Catalano: Il mio sogno
  • n.11 – Luisa Rapisarda: Analizzare i rapporti d’agenzia descrivendone le conseguenze economiche, i modelli organizzativi, e la loro influenza nella strategia d’internazionalizzazione
  • n.12 – Roberta Massimino: Il modello del family business: da PMI a Multinazionale
  • n.13 – Giovanna Tuccio: L’essere impresa

E’ in corso la lettura degli elaborati, dopo una prima rapida disamina.

In attesa di assegnare le premialità di n.2 punti aggiuntivi al primo classificato e di n.1 punto aggiuntivo al secondo e terzo classificato, il docente, considerato il livello di difficoltà del compito assegnato, le cui modalità di svolgimento erano stato specificate in un post del 28 dicembre scorso, riconoscerà comunque a ciascuno dei 13 partecipanti un punto aggiuntivo al voto che verrà conseguito nella prova di fine corso o in una qualunque prova d’esame cui i candidati decideranno di partecipare. Per i primi tre classificati, tale punto aggiuntivo si assommerà ai punti di premialità.