Autonomazione, l’automazione che dà autonomia sul lavoro. Un seminario ad Economia Aziendale

La Toyota Way al tempo della Rivoluzione 4.0

 

Autonomazione, la contrazione fra i termini autonomia e automazione, è un nuovo concetto della moderna industria manifatturiera per sottolineare l’integrazione fra l’uomo e le macchine, oggi sempre più tecnologiche e robotizzate. Questa integrazione, che vale per ogni realtà imprenditoriale e dunque anche per le start up innovative, è la strada con cui la Toyota si è sviluppata, passando da una piccola realtà locale giapponese ad uno dei più grandi ed importanti colossi dell’industria automobilistica mondiale. In un periodo in cui la cosiddetta Industria 4.0 si propone come una nuova rivoluzione industriale con diverse tecnologie abilitanti, tra cui in primis la robotizzazione, quale sarà il ruolo delle risorse umane? Di questo e di altri temi connessi ad un nuovo umanesimo d’impresa e alla gestione della complessità si discuterà giovedì 4 maggio, dalle 12 alle 14, nell’Aula Magna di Palazzo Fortuna al Dipartimento Economia e Impresa (corso delle Province 36, Catania) nel corso del seminario “La Toyota Way al tempo della Rivoluzione 4.0” organizzato dal corso di laurea in Economia Aziendale unitamente a Focus Adriano Olivetti di cui è promotrice anche per la IV edizione la Sattva Films di Michele Fasano. Il Focus Adriano Olivetti si terrà quest’anno a Messina il 5 e il 6 maggio con gli interventi, fra gli altri, di Stefano Zamagni, Bruno Lamborghini, Marco Vitale, Giorgio Prodi e Gaetano Giunta.

Cuore del seminario che si terrà ad Economia Aziendale sarà invece l’illustrazione del Toyota Production System nato in Giappone nel secolo scorso. La scarsità delle risorse economiche dell’azienda e la situazione economica del Giappone del dopoguerra, associate all’ambizioso obiettivo di entrare nel mondo dell’automotive, stimolarono a suo tempo la cura del “fare tanto con poco” impiegando bene il capitale umano. Grazie all’utilizzo del Toyota Production System, l’azienda automobilistica ha raggiunto importanti risultati economici, continuando a mantenere la produzione in Giappone, nonostante il costo del lavoro operaio rimanga ancora tra i più elevati al mondo. Anche i due stabilimenti della Toyota Material Handling, ubicati a Bologna e Ferrara, hanno introdotto le metodologie del Toyota Production System, confermando con la loro crescita ed i loro risultati l’efficacia di questa filosofia aziendale.

Al seminario (clicca qui per l’evento pubblico su Facebook), che sarà ospitato nel corso di Sistemi di gestione della qualità, della sicurezza e dell’ambiente tenuto dalla professoressa Agata Matarazzo, oltre alla docente titolare dell’insegnamento e promotrice in Dipartimento di un gruppo di interesse didattico sui temi della qualità insieme agli studenti, interverranno i due manager Toyota Maurizio Mazzieri e Stefano Cortiglioni, promotori del Toyota Way in Italia, nonché il professore Rosario Faraci, presidente del corso di laurea in Economia Aziendale. Toccherà a quest’ultimo delineare brevemente i tratti della figura dell’imprenditore Adriano Olivetti e discutere i temi dell’umanesimo d’impresa e della gestione della complessità, entro cui si incardinano i profili del Toyota Way.