Università Capovolta

universitacapovolta

L'originale disegno "Università Capovolta" è opera dell'artista Manuela Privitera

PREMESSA

Università Capovolta è un progetto culturale cui si ispirano le attività didattiche del Prof. Faraci e di altri suoi colleghi docenti. Esso prende spunto dal movimento di “flipped classroom” sperimentato con successo in numerosi istituti scolastici e in  alcune Università, sia in Italia che soprattutto all’estero, ormai largamente documentato su Internet, sulla pubblicistica specializzata e sui libri. Il modello di “flipped classroom”, letteralmente di classe capovolta, inverte le tradizionali modalità di apprendimento delle discipline e, avvalendosi dell’impiego delle nuove tecnologie di informazione e di comunicazione, re-distribuisce il lavoro dello studente fra lezione a casa (resa possibile dalla consultazione di materiali audio-video e di testi già predisposti dal docente) e attività in classe mediante svolgimento di compiti, esercizi e lavori individuali e di gruppo.

Università Capovolta – negli intendimenti del suo proponente, il prof. Faraci – intende andare oltre. Ponendo costantemente al centro del processo di apprendimento lo studente universitario, il progetto è stato pensato come un contenitore di varie iniziative “unconventional” che rende più partecipe lo studente, innova i metodi di insegnamento, vivifica le attività didattiche complementari ed integrative, favorisce un graduale processo di costruzione di competenze nello studente, futuro professionista e lavoratore.

OBIETTIVI

Obiettivi principali di Università Capovolta sono:

  • nel processo di acquisizione delle conoscenze (sapere), la sperimentazione di percorsi alternativi di apprendimento dei concetti base e delle conoscenze fondamentali di ciascun insegnamento per migliorare rendimento e performance della prova d’esame (strutturata in modo coerente alle altre attività didattiche svolte in aula e a casa);
  • nel processo di costruzione delle abilità (saper fare) e delle competenze (saper essere), l’integrazione di tutte le esperienze fondamentali di vita universitaria – seminari, attività teatrali, contest creativi, ecc. – per accompagnare gli studenti verso il mondo del lavoro e delle professioni.

Sulla “filosofia” a base del progetto Università Capovolta il Prof. Faraci è intervenuto in numerose circostanze, attraverso contributi scritti ed interviste, tra i quali:

ATTIVITA’

In questo progetto di Università Capovolta, rientrano alcune iniziative finora svolte nel corso degli anni:

  • le attività sperimentali, integrative e complementari, della didattica degli insegnamenti di Economia e Gestione delle Imprese, Marketing, Industry Dynamics and Business Models, di cui il Prof. Faraci è titolare o affidatario:
    • le drops (pillole di economia e gestione delle imprese), ovvero brevi video-lezioni, ciascuna a carattere introduttivo dei contenuti dell’argomento che verrà insegnato in classe (in collaborazione con la web tv d’Ateneo ZammuMultimedia)
    • gli home e i class assignments, ovvero prove (facoltative, individuali o di gruppo e pre-assegnate, le prime (si veda un esempio); obbligatorie, individuali e a sorpresa per i frequentanti, le seconde (si veda un esempio)), dirette a valutare il percorso di apprendimento degli studenti in vista della prova di fine corso (scritta) o degli esami svolti durante gli appelli ordinari e straordinari (scritti ed orali)
    • la casella di posta elettronica dedicata (per economia e gestione delle imprese, marketing e industry dynamics e business models), per mezzo della quale si risponde ai quesiti posti in forma scritta dagli studenti, si forniscono valutazioni sui class assignment e si conserva tutta la corrispondenza intrattenuta con lo studente
    • le chat, ovvero discussioni serali sull’economia e gestione delle imprese, guidate dal docente in rete (attraverso la piattaforma Neatchat) su argomenti e temi non sufficientemente approfonditi in classe
    • i gruppi chiusi su Facebook (di economia e gestione delle imprese, di marketing, di industry dynamics and business models), dove vengono pubblicati – prevalentemente durante il periodo di insegnamento del corso – materiali didattici integrativi, “post” di interesse specifico per l’insegnamento cui segue il dibattito, informazioni di carattere generale utili per lo svolgimento della prova di fine corso o per gli appelli ordinari d’esami
    • il sito Internet dedicato (per economia e gestione delle imprese e marketing) dove sono pubblicati materiali integrativi, informazioni generali, risultati delle prove intermedie e degli home assignments
    • la piattaforma Studium, il portale di supporto delle attività didattiche a cura dell’Università di Catania
    • l’iniziativa Docente per un giorno, ovvero una o più lezioni animate in aula direttamente dagli studenti frequentanti (si veda un esempio per il corso di economia e gestione delle imprese)
    • la presentazione di lavori di gruppo (in lingua Inglese), per gli studenti frequentanti l’insegnamento Industry Dynamics and Business Models
    • le testimonianze aziendali, attività integrative della didattica consistenti in seminari e workshop animati da imprenditori, professionisti e manager che vertono su argomenti e temi di rilevante interesse per il corso
  • i video didattici, predisposti dal Prof. Faraci attraverso le strutture di web tv dell’Ateneo, messi a disposizione degli studenti partecipanti ad attività seminariali sul business modeling e le start up d’impresa:
  • i seminari professionalizzanti, cicli di attività seminariali promossi all’interno del corso di laurea in Economia Aziendale, di cui il Prof. Faraci è presidente:
    • tra questi il ciclo seminariale Lo Studente Strategico, promosso dal Laboratorio sperimentale per l’assistenza didattica all’interno del corso di laurea
  • i business contest per promuovere la cultura d’impresa e delle start up fra i giovani: iniziative promosse o sponsorizzate dal CAPITT – Centro per l’Aggiornamento delle Professioni, l’Innovazione e il Trasferimento Tecnologico dell’Università di Catania, di cui il Prof. Faraci è presidente, in qualità di Delegato del Rettore:
  • il Teatro d’Impresa, un originale format promosso in Ateneo dalla prof.ssa Giorgia D’Allura e dall’attore-regista Antonio Caruso, sperimentato in diversi seminari e attività anche nei corsi del Prof. Faraci e portato a conoscenza del grande pubblico in occasione di un convegno organizzato dal Centro studi per il family business, di cui il Prof. Faraci è presidente
  • il Laboratorio sperimentale per l’assistenza didattica, attivato all’interno del corso di laurea in Economia Aziendale, in collaborazione con il COF – Centro Orientamento e Formazione dell’Università di Catania: del laboratorio è responsabile la prof.ssa Veronica Benzo
  • le visite aziendali e i progetti formativi itineranti, come i seminari sull’internazionalizzazione delle imprese, promossi dalla prof.ssa Veronica Benzo nell’ambito del corso di laurea in Economia Aziendale.

RISULTATI

Alcuni dei principali risultati del progetto Università Capovolta sono documentati nella pagina BSC – Building Students Competencies  di questo sito.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...